IMG_4434

Gnocchi alla Romana

Gnocchi alla Romana

Questa ricetta la realizza alla perfezione mia moglie, è lei la vera maestra sugli Gnocchi alla Romana. Piatto tipico della regione Lazio, anche se in realtà la natività alla Città di Roma del piatto con è propriamente scontata, anzi ci sono pareri discordanti sull’argomento. In ogni caso questo piatto è per tradizione il piatto del giovedì romano, seguendo il detto…Giovedì gnocchi, Venerdi pesce, Sabato Trippa.

Andiamo a vedere la realizzazione…

 

Ingredienti per 4 persone:

 

  • 250 gr di semolino
  • 1 litro di latte
  • 100 gr burro
  • 120 gr di parmigiano
  • 2 tuorli
  • noce moscata q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.Portare ad ebollizione il latte unitamente ad un pizzico di sale, un pizzico di noce moscata, ed il burro.

 

Appena bolle, iniziare a versare a pioggia il semolino e mescolare energicamente, per evitare la formazione di grumi.

Cuocere il composto a fuoco basso, finchè non si sarà addensato per circa 10 minuti, o comunque valutate voi la consistenza.

A questo punto togliete il composto dal fuoco, e aggiungete i due tuorli il parmigiano, e mescolate per bene il tutto.

Versate il composto in una teglia precedentemente bagnata con un po’ d’acqua e livellando con una spatola ottenete uno strato alto 1 centimetro. A questo punto lasciate raffreddare il composto.

Quando sarà freddo con una tazzina da caffè formo dei dischetti, procedo uno per volta fino al termine del composto.

Imburrate una teglia epredisponete i dischetti in fila sovrapponendoli leggermente. Cospargete con abbondante parmigiano e qualche fiocchetto di burro, io aggiungo una grattata di pepe fresco.

Infornate in forno pre-riscaldato a 200° per 25/30 minuti, comunque fino a che non si forma una leggera crosticina.

 


FacebookPinterestTumblrWhatsAppCondividi
IMG_4410

Cacio e Pepe

Cacio e Pepe

 


Cacio e Pepe è una ricetta della tradizione romana, vero e proprio orgoglio del quartiereTestaccio. E’ un piatto di origine contadina, i pochi ingredienti necessari alla realizzazione del piatto, potrebbero trarre in inganno, ma le difficoltà realizzativedella ricetta ci sono e stanno 
tutte nella mantecatura e l’attenzione a non salare troppo la pasta, essendo il pecorino un formaggio già ben salato.

 

Ingredienti per 4 persone:

 

  • 400 gr di pasta
  • 100 gr di Pecorino Romano Dop
  • Pepe in granuli un cucchiaio da cucina

 

 

Cuocete la pasta in acqua bollente e poco salata.

In una terrina, grattate il pecorino romano sul momento e aggiungete il pepe pestato in un mortaio,e amalgamate il tutto, aggiungendo poca acqua di cottura della pasta,per far sì che il formaggio si sciolga e si unisca al pepe, formando una sorta di crema.

Una volta cotta al dente la pasta, invece di scolarla, con l’aiuto di un forchettone o un mestolo bucherellato, passateli immediatamente nella terrina in modo da non perdere l’acqua di cottura che la pasta rilascia e amalgamate il tutto.

Questo passaggio non va fatto assolutamente sul fuoco, ma a freddo, altrimenti il formaggio si raggrumerebbe rovinando la crema.

Servite la pasta ben calda, spolverandola con un’aggiunta di pecorino grattato ed una macinata di pepe.

Otterrete un piatto molto saporito e gustoso con un retrogusto pizzicoso.

 

Consigli:

La ricetta romana dice che la pasta più adatta è il “tonnarello“, una pasta all’uovo simile ad uno spaghetto ma più spesso.

Si adatta però anche ad una pasta corta tipo penne o maccheroni, l’importante è che sia una pasta porosa e quindi atta ad assorbire la cremosità del condimento.