IMG_4727-0.JPG

Peperoni sott’olio

Già una volta vi raccontai della mia passione per i sott’oli, e vi avevo delucidato il procedimento per le melanzane, ora vi proporrò i peperoni, altra conserva che non deve mancare sui vostri scaffali in dispensa. I peperoni con i loro colori e le loro sfumature, sono anche pittoreschi oltre che molto saporiti, non a tutti infatti il gusto deciso del peperone è gradevole e digeribile. Io lo adoro invece, come d’altronde amo il gusto forte e deciso dell’aglio o della cipolla, ahimè…

Tornando a noi, i peperoni sott’olio, possono essere un accompagnamento a bruschette, pizze, frise o semplicemente come contorno a carne o pollo. Vediamo come procedere.

 

Ingredienti:

 

  • 1 kg di peperoni
  • aglio
  • peperoncino
  • prezzemolo
  • pepe nero in grani
  • olio EVO

Per prima cosa, posiziono in una leccarda da forno rivestita con la carta, i miei peperoni e li cuocio per 30 minuti in forno a 180 gradi. 

 

Nel frattempo se non l’avete ancora fatto, leggete la mia pagina sulle conserve, in modo da sapere come vanno trattati i barattoli che dovranno conservare i nostri gustosi peperoni. 

Una volta ultimata la cottura, stando attenti a non bruciarsi, andremo a mettere i nostri peperoni in sacchetti alimentari di plastica, per 20 minuti. Questo perchè la condensa che si formerà, vi renderà molto semplice la procedura di spellamento e pulizia dei peperoni.

 

Ora che i nostri peperoni sono privati dei loro semi e della loro pelle, non ci resta che tagliarli a strisce piuttosto larghe e lasciarli freddare prima di invasarli.

 Una volta intiepiditi, procediamo all’invasamento. Sul fondo del vaso mettiamo un pò di aglio affettato, prezzemolo tritato, peperoncino e qualche grano di pepe nero, ora copriamo con un dito d’olio EVO, mettiamo i primi pezzi di peperone e procediamo in questo modo fino al riempimento del vasetto, facendo attenzione a coprire completamente i peperoni con l’olio. 

Se avete letto l’articolo sulle conserve, sapete come procede per la pastorizzazione del vasetto.

Ora poneteli in un luogo asciutto e privo di luce diretta per un mese, una volta aperti consumateli in tempi brevi.

 

FacebookPinterestTumblrWhatsAppCondividi
IMG_4408-0

Soufflé ai Formaggi

Soufflè ai Formaggi

Il soufflé è uno dei piatti che ho scoperto da poco, in realtà
ne sono sempre stato terrorizzato, perchè in tutte le trasmissioni di cucina che ho visto, ne parlano come se fosse una cosa complicata e che non sempre
riesce di realizzarla.
Io in realtà l’ho fatto più volte e mi è sempre venuto, devo ammettere che però mi sono sempre aiutato con il mio robot da cucina, ma vediamo se riusciamo a farlo anche senza un aiuto meccanico.


Ingredienti per 4 soufflé:

  • 150 gr di Asiago Stagionato
  • 30 gr di parmigiano
  • 400 gr di latte
  • 100 gr di farina 00
  • 80 gr di burro
  • 3 uova intere grandi
  • 1 tuorlo
  • noce moscata
  • sale
  • pepe
  • pan grattato

Primo passo, tritate l’Asiago ed il parmigiano e mettetelo da parte.
In un pentolino scaldate il latte, la farina ed il burro, aggiustandolo con un pizzico di sale per cinque/sei minuti.
Aggiungete i formaggi che avevate messo da parte, mescolate a fuoco basso per un minuto e poi lasciate freddare.

Accendete il forno in modalità ventilata a 200 gradi, è importante avere il forno molto caldo al momento dell’infornare le terrine e vaporizzate dell’acqua in modo da rendere vaporoso il forno e far crescere il soufflé.
Per far questo,mettete un dito d’acqua sulla leccarda del forno.

Aggiungi le uova una alla volta, lavorando il composto energicamente con un cucchiaio alternando movimenti orari ad antiorari, tenete per ultimo il tuorlo
cercando di aumentare la velocità di mescolamento.
Aggiustate con una spolverata di noce moscata ed una di pepe nero.

A questo punto prendete delle terrine in terracotta, e ungetele con olio ed una spolverata di pan grattato, riempite le terrine non proprio fino all’orlo
ed infornate per i primi venti minuti a 180 gradi ed i successivi 20 minuti
a 200 gradi.

Il soufflé va servito subito ben caldo altrimenti c’è il rischio che si afflosci.

Consigli:

Potete usare i formaggi che volete in alternativa a quelli che ho usato io,
ed anzi potete farne anche una stuzzicante versione con gorgonzola e pere williams.

IMG_4408