IMG_4556-0

Moussaka

Chi è stato in Grecia sicuramente l’ha provata, non è proprio un piatto leggero da mangiare a mezzogiorno prima di buttarsi in mare, quello sicuro, ma indubbiamente un piatto che dopo che lo assaggi lo vuoi cucinare. Non essendo molto amante del pesce, le mie vacanze in Grecia erano caratterizzate da Horiatiki  (insalata greca) a mezzogiorno e Moussaka a cena. La Moussaka assomiglia un po’ alla nostra melanzana alla parmigiana, ma in aggiunta ha il macinato di carne, il quale la rende un piatto unico e completo. In Grecia si usa il macinato d’agnello ma anche il manzo va benissimo.

Ingredienti:

  • 1 kg di melanzane tonde
  • 500 gr carne trita (agnello o manzo)
  • 3 patate
  • 2 cipolle tritate
  • 600 gr di passata di pomodori
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 foglie di alloro
  • 1 pezzo di stecca di cannella
  • besciamella qb
  • 100 gr di formaggio grattugiato misto
  • pangrattato
  • noce moscata
  • olio EVO
  • sale
  • pepe

Lavare le melanzane e tagliarle a fette non troppo sottili. Friggerle in abbondante olio caldo fino a doratura, quindi scolarle su carta assorbente. Tagliare le patate a rondelle e farle sbollentare in acqua salata. Adesso prepariamo il ragù: sminuzzare le cipolle e metterle a rosolare in olio caldo,unire la carne, farla rosolare per una decina di minuti e sfumare con il vino. Una volta evaporato unire la passata, l’aglio, l’alloro, la cannella, il sale e il pepe. Abbassare la fiamma e cuocere per un’ora. Terminata la cottura del ragù, iniziamo a comporre il piatto,ungere il fondo di una pirofila da forno, spolverare con poco pangrattato. Porre un primo strato di patate le quali faranno da fondo alla nostra ricetta poi aggiungere le melanzane, proseguire con il ragù ed ancora le melanzane. Coprire con uno strato sottile di besciamella, spolverare con il formaggio e a piacere se vi garba una spolverata di noce moscata, cuocere in forno caldo a 180 °C per circa 25/30 minuti.

Consigli:

 

Possiamo fare una variante più light alla ricetta, ovvero invece di friggere le melanzane le si può cuocere in forno spennellandole con un filo d’olio.

 

               Con questa ricetta partecipo al contest “Il Pomodoro italiano si veste di Gusto” di                                                            Chiarapassion in collaborazione con La Fiammante

contest-chiarapassion-Pomodoroitaliano-lafiammante

FacebookPinterestTumblrWhatsAppCondividi
IMG_4847

Babaganoush

Salsa di origine Medio Orientale, che nasce dalla cucina Libanese e Turca ma che trova riscontro e sviluppo anche nella cucina Nord Africana con varianti in ogni paese. Di semplice realizzazione, simile all’Hummus ma di consistenza più grumosa, viene chiamata anche “caviale di Melanzane”. Io l’ho accompagnato alla Pita, ai Falafel e alle Carote alla Marocchina, nella mia serata Medio Orientale.

 IMG_4847

Ingredienti: 

  • 2 Melanzane grandi
  • 2 spicchi d’aglio
  • 3 cucchiai di Tahina
  • 1 il succo di un limone grande
  • 2 cucchiai d’olio Evo
  • Sale (per me Sale della Sartori)
  • Paprika (per me Paprika Sartori)
  • Prezzemolo

 

Il procedimento è semplicissimo, basta incidere le melanzane con una croce in modo da far penetrare bene il calore, avvolgerle in carta stagnola e infornare in forno già caldo per 60 minuti a temperatura massima. Questo procedimento farà modo di conferire alle nostre melanzane un sapore affumicato che è tipico del Babaganoush e assieme al gusto amarognolo della Tahina ne relegherà un gusto particolare, che assolutamente vi aggraderà.

Una volta cotte le nostre melanzane, le facciamo freddare, dopodichè ne scaveremo la polpa e getteremo la buccia. La nostra polpa una volta scolata, la aggiungeremo in una ciotola, all’aglio tritato, la tahina, il succo del limone ed un filo d’olio EVO. Con l’aiuto di una forchetta, schiacciamo la polpa e la mescoliamo assieme a tutti gli ingredienti, l’obiettivo sarà quello di ottenere un composto grumoso e cremoso. A questo punto, se ce ne sarà bisogno, aggiustate la consistenza con l’olio ed il sale. Servite in una ciotola con una spolverata di paprika e di prezzemolo fresco sopra. Provartelo, non ve ne pentirete. 

Con questa ricetta partecipo al contest di Kucina di Kiara e ER Creazioni –                                                    categoria RICETTE ETNICHE

Creazioni_in_Kucina

IMG_4816-0.JPG

Polpette di Zucchine e Melanzana al forno

Ci sono ricette che si possono  consumare subito ben calde, oppure si possono consumare anche fredde il giorno dopo. Queste polpette vegetariane, sono ottime da consumare ben calde perchè si presentano molto morbide e ricche di gusto grazie al pecorino, ma si possono consumare anche il giorno dopo, io ad esempio le ho preparate per portarle a spiaggia come pranzo freddo. Che dire, sono davvero gustose e piacciono a tutti ma soprattutto sono leggere perchè cotte al forno e le verdure cotte al vapore, una vera bomba di leggerezza oserei dire…

 

Ingredienti per 20/25 polpette circa:

  • 400 grammi di zucchine
  • 400 grammi di melanzane (io ho usato una melanzana di quelle grandi)
  • 3 uova
  • 100 grammi di Grana Padano grattato
  • 50 grammi di Pecorino Sardo grattato
  • 100 grammi di pan grattato ( oltre a quello che serve per impanare)
  • Sale qb (io ho usato il Sale di Cipro della Sartori)
  • olio Evo

  

Per prima cosa dobbiamo procedere con il lavaggio e la spuntatura delle zucchine e delle melanzane, poi si procede con il taglio a cubetti delle stesse. Ora si passa alla cottura a vapore, io mi aiuto con un robot da cucina che ha la funzione di cottura a vapore, ma se non si ha la mia stessa possibilità, basta mettere l’acqua in una pentola adagiare sopra un piatto e poi coprire con il coperchio.

Una volta cotte le verdure e fatte freddare, le mettiamo in un mixer e procediamo a frullarle, poi aggiungiamo le uova, il pan grattato ed il formaggio e amalgamiamo il tutto con il mixer. Aggiustiamo di sale e di pepe se è di nostro gradimento, e una volta ottenuto un composto piuttosto omogeneo e il più possibile solido ( in caso contrario aggiungo formaggio e pane grattato)  poniamolo nel frigo a riposare per almeno mezz’ora.

Trascorso il tempo dovuto, accendete il forno a 200 gradi a cottura ventilata, nell’attesa che il forno si scaldi, provvediamo a formare delle polpette che di grandezza devono risultare più o meno come una pallina da golf, le passiamo nel pan grattato e le poniamo sulla leccarda del forno rivestita di carta forno cercando di mantenere una distanza tra una polpetta e l’altra. Terminata la realizzazione delle polpette, passate un filo d’olio e infornate per 20/25 minuti, le vostre gustose polpette sono pronte…

  

IMG_4751.JPG

Sugo di Melanzane rosso

In questo periodo dell’anno, ho l’abitudine di fare la scorta di sughi e condimenti per le paste che cucinerò in Estate, le poche paste per l’esattezza.Complice il caldo e la mia poca sopportazione allo stesso, in estate di solito mi cimento in realizzazioni fredde e con poca preparazione e scarsissimo utilizzo di forni o fornelli. Per tanto a ridosso della stagione torrida, e sfruttando gli ottimi ortaggi del periodo, preparo i vari sughi,li invaso in contenitori di plastica mono-porzione e li metto nel congelatore per le occasioni future. Pesto, Sugo di Pomodoro e Sugo Rosso alle Melanzane sono i più gettonati, ed oggi vi voglio parlare proprio di quest’ultimo.

 

Ingredienti:

     

  • 500 g melanzane tagliate a cubetti
  • 350 g passata di pomodoro
  • 1 scalogno
  • 1 spicchio d’aglio 
  • 50 g olio di oliva extravergine
  • una manciata di olive nere denocciolate
  • 1 cucchiaino di peperoncino secco (facoltativo)
  • sale qb

  

Procedimento semplice, semplice…taglio lo scalogno a pezzettini e lo metto ad imbiondire in una casseruola assieme allo spicchio d’aglio e l’olio EVO. Mentre si imbiondiscono, taglio le melanzane a cubetti e le aggiungo in casseruola lasciandole stufare ed ammorbidire per un paio di minuti, mescolandole di tanto in tanto per non farle bruciare. Aggiungo il peperoncino e dopo un minuto la passata di pomodoro con la manciata di olive in aggiunta. Lascio rapprendere il tutto, cuocendo a fuoco basso per una ventina di minuti, o comunquefinchè il pomodoro non si è ritirato e il nostro sugo non risulta ben denso. Assaggio poco prima di terminare la cottura per controllare la sapidità ed eventualmente aggiusto con il sale.Il nostro sugo è pronto all’uso.

 

Consiglio:

 Io utilizzo il peperoncino,perchè amo il piccante, ma il risultato è ottimo anche senza, dipende dai vostri gusti. Lo spaghetto e le penne sono la pasta ideale con il quale abbinare questo condimento.


  

 

 

IMG_4476-0

Melanzane sott’olio

Amo i sott’oli, credo che si sposino con tutto, come aperitivo,come contorno di accompagnamento alle carni alla brace o su di una succulenta bruschetta. Hanno molteplici utilità, e da realizzare sono facili ma danno molta soddisfazione.

Ci vuole un po’ di tempo e poi un po’ di pazienza per attendere un mesetto prima di consumarle.

Ingredienti per 4 vasetti da 250 gr:

  • 2 Kg di melanzane grandi
  • 1,5 litri di aceto di vino bianco
  • un mazzetto di prezzemolo
  • tre peperoncini secchi
  • 5 spicchi d’aglio
  • Olio EVO
  • sale
  • chiodi di garofano
  • pepe in grani

Una volta lavate ed asciugate le melanzane, tagliatele a fette dello spessore di mezzo centimetro, riducendole a loro volta a listarelle della larghezza di un centimetro.

 

 

 

Fatto questo, mettetele in una ciotola alternando tra uno strato e l’altro

del sale,terminate le melanzane, pressate il tutto per bene e fatele riposare in frigo per una notte, facendo così modo che le melanzane rilascino il liquido di vegetazione.

Il giorno dopo sciacquate le melanzane sotto l’acqua corrente per eliminare il sapore acre dell’acqua rilasciata.

Ora strizzatele molto bene mettetele ad asciugare su un paio di canovacci asciutti ed ovviamente puliti per 30/40 minuti.

Nel frattempo mettete sul fuoco una pentola capiente con l’aceto, appena inizia asobbollire aggiungete le melanzane e lasciatele sul fuoco per 4/5 minuti dalla ripresa dell’ebollizione.

Poi scolatele, strizzatele, eponetele stese su un paio di canovacci ad asciugare per un paio d’ore.

Se non l’avete ancora fatto andate a leggere l’articolo sulle conserve e

la preparazione ai loro vasetti.

Nel frattempo, sbucciate e sminuzzare l’aglio, il prezzemolo e pure il peperoncino. Poi iniziate a riempire il vasetto con un filo d’olio,

aggiungete un primo strato con un pochino dell’aglio a pezzetti, il peperoncino, qualche chiodo di garofano e un pizzico di pepe in grani,

alternate con le melanzane, fino ad arrivare a due centimetri

dal bordo, a quel punto pressate con un cucchiaio per benino le melanzane

e coprite completamente con l’olio d’oliva, poi chiudete il coperchio.

Dopo avere proceduto ad ermetizzare i vasetti, conservate in luogo asciutto

e con poca luce per 20/30 giorni prima di consumarle.

Una volta aperti i vasetti vanno conservati in frigo e consumati in tempi

abbastanza brevi.

Tutti i sott’olii vanno comunque consumati prima di un anno dalla realizzazione.

Consigli:

 

Volendo potete utilizzare le melanzane più piccole e tonde, ed invece che farle a listarelle, grigliarle. Il procedimento di riposo e del resto non cambierà, il risultato sarà questo…