IMG_4431

Focaccia Genovese

Focaccia Genovese ad impasto semplice

Amante delle tradizioni liguri, non potevo esimermi nello sperimentare la realizzazione della focaccia genovese. Da noi a Genova la colazione è “cappuccino e focaccia”, nel week end appena trascorso sapevo di avere del tempo a disposizione, per poter realizzare questa ricetta facile ma di lunga lievitazione e quindi ho provato.

Ingerdienti:

  • 360 gr d’acqua
  • 400 gr di farina 00
  • 40 gr d’olio evo
  • 8 gr di sale
  • 4 gr di zucchero
  • 20 gr di lievito di birra (o 7 gr di lievito disidratato)

 

 

Come ho anticipato poc’anzi, la lievitazione della focaccia è molto lunga e si può scegliere se farla lievitare fuori dal frigo per 2 o 3 ore a temperatura ambiente, oppure in frigo per 8 o 12 ore. Io volendola mangiare per colazione ho scelto la seconda opzione, ma andiamo per ordine e seguiamo il procedimento.

Come scritto sopra, questa è una ricetta per una focaccia semplice e senza l’uso dell’impastatrice, infatti il composto che andremo a realizzare risulterà molto molle.

In una terrina mettiamo la farina, aggiungiamo il sale e l’olio e mescoliamo. A parte sciogliamo il lievito nell’acqua tiepida con lo zucchero, mescoliamo e uniamo poco per volta nella terrina con la farina.

Con un cucchiaio in legno, mescoliamo fino ad ottenere un composto omogeneo di consistenza piuttosto molle. A questo punto copriamo e lasciamo lievitare, in base a quelle che sono le nostre esigenze di tempo.

Dopo aver riposato il tempo necessario, in una teglia ben oliata facciamo scivolare l’impasto con l’aiuto di una spatola e stiamo attenti che non si pieghi su se stesso.

A questo punto stendiamo l’impasto su tutta la teglia semplicemente utilizzando i polpastrelli delle mani, essendo molto molle e ben lievitato sarà un gioco da ragazzi.

Ora aggiungiamo dell’olio evo, due dita d’acqua tiepida e due pizzichi di sale grosso, e con i polpastrelli energicamente realizziamo i classici buchi della focaccia genovese, l’acqua serve per mantenere il colore chiaro dei buchi che altrimenti si imbrunirebbero troppo.

A questo punto, mettete la teglia in forno per un’ora con la sola luce accesa per lievitare ancora un’oretta ad una temperatura di 25/30 gradi.

Dopodiché infornate per 18 minuti a 220 gradi ed il gioco è fatto.

 

Consigli:

 

Potete aggiungere sopra alla focaccia prima dell’ultima lievitazione, o la cipolla bianca tagliata a listarelle, o il rosmarino, oppure le olive o i pomodorini ciliegini tagliati a metà. In caso optiate o per le olive o per i pomodorini, riempite con essi i buchi che avete realizzato sull’impasto.

FacebookPinterestTumblrWhatsAppCondividi
IMG_4339

Crostata

Crostata

A San Valentino ho preparato a mia moglie una dolce e squisita crostata
alle albicocche, con marmellata fatta in casa.
Non c’è nulla di più bello e genuino che ricevere un dono fatto
“Hand Made”, a comprare un regalo si è tutti capaci, basta una banconota e cinque minuti…mentre se lo fai tu, è fatto con il cuore e tutto l’amore che hai.

Ingredienti:

  • 300 gr di farina 00
  • 200 gr di burro a temperatura ambiente
  • 100 gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 barattolo di marmellata del gusto che preferite

In una terrina capiente, mescolate la farina con il lievito e la vanillina.
Poi prendete il burro morbido a pezzettoni e mischiatelo con le mani alla farina e allo zucchero fino al raggiungimento di un composto non omogeneo.
A questo punto aggiungere l’uovo e il tuorlo impastando fino ad ottenere una pasta morbida ma non troppo appiccicosa.
Fatene una palla e avvolgetela nella pellicola trasparente e trasferitela in frigo per una mezz’oretta.

Riprendetela,separatene un terzo e riponetelo in frigo.
Stendete due terzi rimanenti su carta da forno fino ad ottenere un disco non troppo sottile di circa trenta centimetri di diametro aiutandosi con un mattarello.
Ora disponete il disco su di una tortiera tonda, e togliete la pasta in eccedenza dal bordo aggiungendola a quella messa in frigo.

Prendete il barattolo di marmellata del gusto scelto e spalmatela omogeneamente sulla base ottenuta.

Ora prendete la pasta messa da parte e realizzate il bordo facendo dei
filoncini sottili che posizionerete lungo il perimetro della tortiera,
per poi con l’aiuto della forchetta realizzare il bordo rigato classico
della crostata “Hand Made”.

Stessa cosa per realizzare la classica rete centrale, in questo caso essendo San Valentino ho deciso di realizzare 5 cuori di pasta frolla utilizzando le
formine per biscotti.

Infornate in forno riscaldato per 30/40 minuti a 180°

Consigli:

Io ho utilizzato la marmellata fatta in casa, ma ovviamente va bene qualsiasi
confettura ma soprattutto è ottima con la nutella.

IMG_4339-0

IMG_4342

Pita

La Pita Araba

Visto che ieri sera ho preparato il Pollo alla Marocchina, ho voluto fare le
cose per bene e ho voluto realizzare la tipica Pita Araba per accompagnarle
al piatto berbero, assieme alle verdure stufate.
Devo dire che si fa prima a farle, piuttosto che a scrivere la ricetta.

Ingredienti per quattro pite :

  • 200 gr di farina 00
  • 100 gr d’acqua tiepida
  • 10 gr di lievito per torte salate
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 1 pizzico di sale

In una terrina sciogliete il lievito con l’acqua tiepida, aggiungete la farina, il pizzico di sale e l’olio.

Io ho lavorato il tutto con un piccolo mixer che ha le fruste per impasti
semplici, ma anche con un cucchiaio in legno e a mano va benissimo.

Lasciare riposare l’impasto dipendentemente da quale lievito abbiate adoperato (istantaneo o meno), poi create quattro palline e stendetele su di una spianatoia senza dar troppo importanza alla forma, e cuocete in padella antiaderente, io uso il vecchio e mitico, testo romagnolo.

Consigli:

Potete spennellare con un po’ d’olio le pite in fase di cottura, magari con
un po’ d’olio al rosmarino.
Ottime anche come accompagnamento all’Hummus.

IMG_4342-0