IMG_4740.JPG

Marmellata di Cipolle Rosse

Oggi ho voluto provare una ricetta nuova, la conserva di Cipolle Rosse di Tropea. Me la portarono una volta dalla Calabria, e devo dire che non mi entusiasmò tantissimo, ma in questi anni ho saputo apprezzare i sapori anche particolari delle varie pietanze e soprattutto il diverso utilizzo e accostamento con altri cibi. Il suo gusto è un gusto agrodolce deciso, un sapore che va abbinato ad un bel tagliere di formaggi stagionati e salumi, accompagnato da un bel prosecco freddo, oppure come salsa da accompagnamento a carni bollite, ma non solo. Quindi armato di buona volontà e pazienza, mi sono cimentato nella lunga preparazione della conserva di cipolle.

 

Ingredienti:

  • 800 gr di cipolle rosse di Tropea
  • 100 gr di aceto di vino bianco
  • 100 gr di zucchero
  • 100 gr d’acqua
  • 5 foglie di alloro
  • 200 gr di zucchero di canna
  • 20 gr di miele


  

 

Per prima cosa, dobbiamo tagliare a rondelle non troppo sottili le nostre cipolle, e metterle a macerare in una ciotola con l’aceto, lo zucchero, l’alloro e l’acqua, per 5 ore. Coprendo la ciotola con una pellicola trasparente, e mescolando di tanto in tanto.

Passate le cinque ore, scolate le cipolle, togliete le foglie di alloro e passate il tutto in una pentola, dove a fuoco lento, faremo cuocere per circa due ore, le nostre cipolle assieme allo zucchero di canna ed al miele. Coprite la pentola con un coperchio, ma con molta frequenza, andate a rigirare il tutto, facendo sì che non si attacchi al fondo. lo so, ci vuole pazienza e tempo, ma poi vi stupirete dalla bontà e il vostro sforzo sarà ripagato.

Una volta terminata la cottura, travasare la conserva ancora bollente in dei vasetti di vetro precedentemente sterilizzati (andate a leggere il mio articolo) e tenete conto che la marmellata tende ad addensarsi ancora di più quando si raffredda. Una volta riempiti fino al bordo i vasetti li capovolgiamo a testa in giù per creare il sottovuoto, li teniamo in questa posizione per alcuni minuti. Quando la nostra conserva sarà fredda il nostro coperchio una volta premuto al centro non deve avvertire il “click”. a questo punto poniamo i nostri vasetti in luogo fresco e asciutto, a riposare per un paio di giorni prima di essere consumati.

FacebookPinterestTumblrWhatsAppCondividi
IMG_4720-0.JPG

Patate alle Erbe con doppia cottura

Negli anni la cucina e il modo di cucinare è cambiato assai, una volta i piatti e le pietanze presenti sulle nostre tavole, erano tutti figli della tradizione italiana e delle nostre famiglie, tramandate da generazione in generazione, e a volte , non mi fraintendete troppo,  un pochino monotone. Ora le frontiere della cucina si sono aperte, e quindi noi tutti ci sbizzarriamo a cercare ricette dal mondo, e sperimentiamo le cucine più svariate. Le menti si sono talmente ossigenate, da inserire nei piatti gourmet anche i panini e gli hamburger, e per tanto anche il modo di accompagnare le patate agli hamburger sono cambiati. Oggi vi propongo un modo per cucinare le patate dal risultato molto gustoso ma light, un’alternativa alle patate fritte, contengono meno grassi e sono egualmente appetitose. E se le patate tradizionali migliorano dopo due fritture, anche queste patate sono molto più appetitose dopo due passaggi nel forno.

Ingredienti:

Tagliare ogni patata in circa 8 spicchi per la loro verticale. Mettere in una ciotola l’olio, la paprica, il rosmarino, il  timo, l’origano, la menta e condire bene mescolando con le mani per far si che le patate siano ben permeate, poi aggiungere il sale ed il pepe. Ora disporle su di una teglia rivestita di carta forno.

Mettere la teglia sul ripiano centrale e cuocete a 180°C con Termogrill  per 30 minuti spruzzandole ancora un po’ con l’olio.

Togliere dal forno e mettere da parte. Farle freddare un pochino e riproporre la procedura di marinatura.

Rimettete le patate in forno sul ripiano più alto e cuocere a 180°C con Termogrill per 5 minuti, o fino a quando non saranno stra-croccanti e dorate.

 Servire subito, come accompagnamento a pollo o carni rosse.

 

 

IMG_4700.JPG

Spiedini alla Vietnamita

Prime giornate di caldo, prime grigliate in compagnia, approfittando dei vari Ponti Festivi che ci sono in questo periodo, voglio parlarvi di un modo per marinare la carne come viene marinata nell’Est del Mondo. Casomai qualcuno di voi volesse dare un tocco esotico alla grigliata del 1 Maggio. Se vi piacciono i gusti etnici e volete provare qualcosa di diverso, eccovi una ricetta che fa per voi.

Ingredienti:

  • spiedini di carne
  • spiedini di pollo
  • 3 spicchi d’aglio
  • 1 peperoncino rosso
  • 1 ramoscello di citronella
  • 1 scalogno
  • 1 pezzo di zenzero
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 mazzetto di menta

per la Salsa:

  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaio di aceto bianco
  • 1 cucchiaio di salsa di soia

Per prima cosa dobbiamo preparare  la marinatura per i nostri spiedini, e lo facciamo andando a schiacciare e sminuzzare due spicchi d’aglio, tritando metà del peperoncino privato dei suoi semi, e stessa cosa facciamo con la citronella e lo scalogno, dopo di che aggiungiamo un cucchiaio di zucchero e una spolverata di zenzero grattuggiato. Mescoliamo il tutto in modo da ottenere una pasta che spalmeremo su tutti i lati dei nostri spiedini, dopo di che li lasceremo riposare in frigo in modo che si possano insaporire per 30 minuti.

Nel frattempo prepariamo la salsa di accompagnamento e lo facciamo semplicemente mescolando l’aglio rimasto e il peperoncino, entrambi sminuzzati, agl’altri ingredienti per la salsa e li mettiamo da parte.

Non ci resta che cuocere gli spiedini con la cottura a noi preferita, accompagneremo i nostri spiedini con del riso pilaf e la salsa che abbiamo preparato.

50657

Mexican Meatloaf

Mexican Meatloaf

Il polpettone messicano

Ispirato dalla trasmissione “Messico in cucina” in onda su Fine Living, ho voluto provare la ricetta del polpettone di carne alla messicana della Chef Marcela Valladolid. Io amante delle spezie e dei gusti piccanti, non ho saputo esimermi dal fascino di questa saporita ricetta etnica. La cucina messicana è una delle più apprezzate al mondo proprio per i suoi gusti forti ma fate attenzione a non esagerare, altrimenti si rischia di rovinare il piatto. Vediamo passo dopo passo come realizzare il tutto…

Ingredienti per 6/8 persone:

  • una cipolla
  • una carota
  • un sedano
  • due spicchi d’aglio
  • 600 gr di carne bovina macinata
  • 400 gr di salsiccia (privata della sua budella)
  • 2 friggitelli (peperoncini verdi dolci)
  • 2 uova
  • 1/2 cucchiaino di peperoncino in polvere
  • 1/2 cucchiaino di pepe nero
  • 1/2 cucchiaino di cumino
  • un cucchiaino di sale
  • pan grattato (mezza tazza)
  • olio evo q.b.

Per la salsa:

  • 2 pomodori media grandezza
  • 1/2 cipolla bianca
  • 2 peperoncini freschi privati dei semi
  • un cucchiaino di concentrato di pomodoro
  • un cucchiaio di senape

In una padella aggiungere l’olio e scaldare a fuoco medio. Aggiungere dopo aver tagliato finemente la cipolla, la carota, il sedano e l’aglio. Cuocere, mescolando spesso fino a quando le verdure non sono morbide (circa 8 minuti). Mettere da parte a freddare.

Sminuzzare i friggitelli e metterli in una terrina assieme alla carne e alla salsiccia, aggiungere le spezie e le verdure precedentemente messe da parte, amalgamare con le mani e aggiungere le due uova ed il pan grattato e proseguire a lavorare con le mani ad ottenere un composto omogeneo

April 2012 103

A questo punto, mettete il polpettone in una formina da plumcake, precedentemente unto con un filo d’olio e cuocete in forno pre riscaldato per 45 minuti a 180/200 gradi.

images

Nel frattempo prepariamo la salsina, in una padella mettiamo un filo d’olio con la cipolla e l’aglio ad imbiondire, poi aggiungiamo i pomodori, i peperoncini (privati dei semi), e il cucchiaio di concentrato di pomodoro, facciamo stufare per qualche minuto finchè non si siano ammorbiditi. Poi passate il tutto con un minipimer e rimettete in padella con un cucchiaio di senape e lasciate cuocere fino a raggiungere una salsa addensata.