IMG_4784.JPG

Muffins Egg

Ci sono quelle sere che rientri a casa, apri il frigo e guardi dentro…mmmhhh di cose ce ne sono, ma di voglia di cucinare? Poca…allora che fai? Pizza da asporto? no dai, e poi chissà quando arriva, meglio una cosa sfiziosa veloce e senza troppi fronzoli. Oppure hai ospiti dell’ultim’ora…e non hai tempo per preparare una vera e propria cena…in questi casi ti vengono in aiuto i Muffins Egg. Puoi adeguare la ricetta come meglio preferisci, o adeguarla unicamente alle tue esigenze o meglio a quello che hai nel frigo, l’importante ed imprescindibile è avere le uova!!!

Ingredienti per 6 muffins:

  

 

Procediamo a tagliare a cubetti la cipolla, il peperone e i pomodorini. Una volta terminato, prendiamo lo stampo da Muffins e distribuiamo sul fondo di ogni stampino un po’ di ogni ingrediente, cercando di distribuirlo equamente per ogni muffin. Condiamo con l’erba cipollina ed il prezzemolo, aggiustiamo di sale e poi passiamo alla seconda fase.

In una ciotola, rompiamo le quattro uova e con una frusta mescoliamo per benino. Aggiungiamo il grana, il pepe, il sale e continuiamo con la nostra frusta a sbattere le uova facendo amalgamare il tutto. Quando la nostra parte liquida sarà pronta, non dobbiamo far altro che spartire il liquido per i sei stampini ed infornare il forno caldo a 180 gradi per 20 minuti.

Il risultato vi stupirà e al più presto li riproverete, magari variando alcuni ingredienti.

Consigli:

Potete variare con pezzi di prosciutto e provola, oppure con la mozzarella in aggiunta a cubetti o la feta sbriciolata e le olive. Date fondo al frigo e sbizzarrite la vostra fantasia.

Se vi è piaciuto il mio articolo seguitemi su Facebook e mettete MI PIACE alla mia pagina.

  

FacebookPinterestTumblrWhatsAppCondividi
IMG_4766.JPG

Bon Roll glassato al Miele

Oggi serata “esperimento”, ho voluto realizzare una ricetta mai provata prima e soprattutto un pochino diversa dalle altre più “tradizionali”. Dalle varie puntate Masterchef dei vari paesi, ho raccolto molti spunti e ho provato questa realizzazione,  devo dire con buon successo, anzi ottimo direi. Il gusto del caramellato al miele, si sposa perfettamente con l’affumicato dello speck ed il piccante del peperoncino. Ne è uscita una e vera propria bomba!!! Certo magari non proprio dietetica, ma si sa, una volta ogni tanto si può sgarrare no? La realizzazione è simile al video che ho postato sulla mia pagina Facebook (anzi vi aspetto e vi chiedo un “MI PIACE”) che vi riporto qui sotto e vi può aiutare nella realizzazione.

 

Ingredienti per due:

  • 400 gr di macinato
  • 1/2 cipolla bianca
  • 1 peperone non troppo grande
  • 1 peperoncino fresco non troppo piccante (io ho usato uno Starter)
  • 1 uovo
  • 2 fette di pan carrè
  • 4 cucchiai di grana padano
  • 10 fette di speck
  • 3 fette di formaggio a piacere

 per la salsa: 

  • 2 cucchiai di miele
  • 2 dita di vino rosso
  • pepe

Per prima cosa in una ciotola mettiamo la mezza cipolla tagliata a dadini, stessa procedura per il peperone e il peperoncino tagliato a rondelle, ora aggiungiamo la carne e il pan carrè privato del bordo, tagliato a quadratini  bagnato con l’acqua e strizzato. Impastiamo cercando di amalgamare tutti gli ingredienti fino a qui aggiunti, ora aggiungiamo l’uovo e i quattro cucchiai di grana padano grattugiato. Sempre con le mani, impastiamo il tutto fino ad ottenere una polpetta gigante. Ora prendiamo una tovaglietta di quelle arrotolabili come nel video, poggiamo sopra un foglio di carta forno e cominciamo ad adagiare le fette di speck in modo da creare un letto che andremo a riempire con il nostro composto di macinato. Coperto tutto il nostro speck, aggiungiamo il formaggio a fette e copriamo con lo speck avanzato. Arrotoliamo il nostro Bon Roll avvolgendo la tovaglietta e  ottenendo questo risultato.


Ora prepariamo la salsa per la laccatura del nostro Bon Roll, quindi in una ciotolina versiamo il vino (io ho usato il rosso ma va bene anche il bianco) due cucchiai di miele  e mescoliamo per bene per poi aggiungere una abbondante spolverata di pepe nero.

Accendiamo il forno in modalità Grill e cuociamo dopo aver spennellato il Bon Roll con la salsina per 45/50 minuti a 180 gradi, prima di servire per controllare se la cottura è terminata, infilzare il Bon Roll con uno stuzzicadenti fino in fondo, se appoggiandolo alle labbra lo avvertiamo caldo vuol dire che la cottura è terminata, altrimenti continuare per altri 10 minuti.

Consiglio:

Io ho accompagnato il Bon Roll con le Patate alle Erbe e la Confettura di Cipolle di Tropea, un tripudio di sapori che si sposano tutti assieme alla perfezione. Ovvio da accompagnare ad una birra ghiacciata.


Che fatica fare una foto carina ad un Bon Roll!!!

 

IMG_4475.JPG

Pollo con i peperoni

Mangiare light è un bene ma a volte diventa anche una necessità, e a ridosso della prova costume, siamo tutti portati a fare degli accorgimenti nelle nostre abitudini alimentari. Tutti a dieta da Maggio in poi, pensando che questo possa risolvere un anno di bagordi fatti con birre, vino e serate non proprio leggere, e allora in giro non senti altro che parlare di centrifugati depurativi, di dieta ipo-calorica etc etc. Io purtroppo rientro in questa categoria, e ammetto di caderci ogni benedetto inverno, per poi con una dedizione talebana, cercare di perdere l’adipe accumulato da novembre ad aprile, in uno striminzito mese…follia. Ma purtroppo questo è quanto e quindi cosa mangia l’italiano a dieta? Il pollo…e oggi lo prepariamo con i peperoni, che proprio leggerino non sembrerebbe, ma sicuramente cucinato stando attenti al dosaggio dell’olio, risulterà sì gustoso ma per niente calorico.

 

Ingredienti per 2 persone:

 

  • 500 gr di petto di pollo
  • 2 peperoni
  • 1 cipolla bianca
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • Olio EVO
  • Menta essiccata
  • sale

 

 

Utilizzeremo due padelle, in una prepareremo i peperoni e nell’altra il pollo. Cominciamo tagliando a pezzetti il nostro petto di pollo, cercando di equiparare le grandezze dei pezzi, per facilitarne la cottura, scaldiamo un filo d’olio nella padella assieme ad uno spicchio d’aglio e poi aggiungiamo il petto a pezzetti e cuociamo a fuoco basso e coperchio, andando di tanto in tanto a rigirare per non farlo attaccare. Io aggiungo anche un mix di sapori che uso su tutte le carni, ma dipende da voi e dai vostri gusti.Nell’altra padella facciamo imbiondire la nostra cipolla tagliata a quadratini con un filo d’olio, poi aggiungeremo i peperoni puliti e privati dei propri semi e tagliati a listarelle. Anche questa padella la copriamo con un coperchio, perchè i nostri peperoni si devono ammorbidire. Sciogliete il concentrato di pomodoro in due dita d’ acqua tiepida e aggiungetelo ai peperoni e aggiustate di sale . Lasciate cuocere i peperoni per una ventina di minuti, sempre con il coperchio ma mescolando di tanto in tanto. Se trascorsi i venti minuti i peperoni saranno ancora troppo liquidi, terminare la cottura senza coperchio per far sì che il risultato sia ben addensato, se vi aggrada il gusto, aggiungete un trito di menta essiccata, fidatevi, il sapore che ne verrà fuori sarà strepitoso. I tempi di cottura del pollo variano dai vostri gusti, a me ad esempio piace piuttosto asciutto e abbrustolito.


 

IMG_4545-0

Hamburger di ceci 

Hamburger di ceci e Salsa Korma

 

 

 

Chi lo dice che l’Hamburger deve essere fatto per forza con la carne?

La ricetta di oggi ci permette di realizzare un piatto gustoso e

soprattutto proteico, senza l’utilizzo di carne, un piatto che piacerà

a tutti e soprattutto metterà d’accordo tutti, perchè lo si può consumare in diverse sfacettature, nella più classica forma dell’hamburger, ovvero nel panino, oppure nel più formale, piattoaccompagnato da insalata e la sua salsa Korma. La Salsa Korma, è una salsa di origine indiana fatta con yogurt e pasta curry.

 

 

 

Ingredienti:

 

  • 2 cucchiaini di semi di sesamo
  • 1 cucchiaino di semi di cumino
  • 1 cucchiaino di semi di coriandolo
  • 450 gr di ceci in scatola
  • 1 carota media
  • 4 cipollotti
  • 3 spicchi d’aglio
  • 8-10 foglie di menta
  • 25 g di coriandolo fresco
  • 1 uovo
  • 80 gr farina 00
  • 80 gr pane grattugiato
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • Olio EVO
  • sale
  • pepe nero

 

 

 

Mettere sesamo, cumino e semi di coriandolo in un padella e tostarli,fino a quando non saranno fragranti.

 

Una volta pronti, metterli nel mixer e frullarli.

 

Aggiungere alle spezie nel frullatore, i ceci, carote, cipollotti,

aglio, menta, coriandolo fresco e l’uovo.

 

Azionare per circa 10 secondi, fino a ottenere un amalgama grossolano.

 

Trasferire in una terrina e aggiungere farina, pane grattugiato e

bicarbonato di sodio.

 

Condire e mescolare bene con le mani.

 

Dividere la miscela in 8 parti, formare degli hamburger piuttosto

spessi e spolverare con un po’ di farina.

 

Ungere una teglia da forno universale,aggiungere gli hamburger e cuocere per 30 minuti a 180 gradi, girandoli delicatamente a metà cottura.

 

Gli hamburger dovranno risultarecaldi dentro e croccanti e dorati in superficie.

 

 

Consigli:

 

 

Nel frattempo, mescolare insieme lo yogurt e la pasta di curry per

farne un intingolo. Mettere a cucchiaiate nelle ciotole individuali e

guarnire con le foglie triturate di coriandolo.

Servire gli hamburger con accanto le ciotole di Salsa Korma.

Questo piatto è delizioso servito con insalata di pomodori ciliegini,

cipolla rossa e coriandolo.

  

 

 

IMG_4484-0

Beef Guinness Pie


Beef Guinness Pie

 


Oggi è Sant Patrick, ed in Irlanda si beve si balla e si fa festa in lungo ed in largo per tutta l’isola di Smeraldo.

Sant Patrick’s Day è una festa cristiana, in onore di San Patrizio, patrono d’Irlanda, celebri sono le sfilate e le parate lungo le strade di Dublino e tutto si tinge di verde.

San Patrizio negli ultimi anni sta prendendo campo anche in Italia e così come ad Halloween in molti stasera

approfitteranno per fare baldoria e scolarsi qualche pinta di birra…magari unaGuinness. E così la ricetta di oggi richiama le tradizioni celtiche

e si sposa a meraviglia con la Festa di San Patrizio.

 

Ingredienti per 4 persone:

 

  • 800 gr di manzo tenero fatto a pezzetti
  • 2 cipolle grandi
  • 3 spicchi d’aglio
  • 2 cucchiai di farina
  • 2 manciate di funghichampignon
  • 1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
  • 1 cucchiaio di salsaWorchestershire
  • 1 tazza di Guinness
  • 2 cucchiai di farina
  • 1 cucchiaio di pepe in granuli
  • olio evo
  • pepe nero
  • sale
  • acqua
  • un dado di carne
  • un rametto di timo
  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 1 tuorlo

 

 

Prendete una terrina e mescolate la farina con il pepe ed il sale, aggiungete la carne e continuate a mescolare.

In una padella abbastanza ampia, mettete a scaldare un po’ d’olio con l’aglio e la cipolla, poi aggiungete i funghi champignon e fate rosolare per alcuni minuti. Ora aggiungete la carne, il concentrato di pomodoro e tre cucchiai d’acqua e lasciate stringere il tutto per un paio di minuti.

 

A parte preparate il brodo con il dado di carne (giusto una tazza non di più),

una volta in ebollizione aggiungere la Guinness, la salsa Worchester,

il pepe ed il timo, e lasciate cuocere fino al raggiungimento di una salsa corposa.

 

A questo punto coprite la carne con la salsa e lasciatela stufare a fuoco basso e con il coperchio, fino a che il manzo non risulta tenero e il

sughetto non si è addensato per bene.

 

A questo punto lasciate un po’ raffreddare lo stufato e accendete il forno alla temperatura di 220°.

 

Prendete la sfoglia di pasta e stendetela, poi prendete delle terrine da forno e riempitele con la carne completamente fino a filo, a questo punto realizzate dei cerchi con la pasta sfoglia, i quali serviranno da coperchio alla nostra terrina. Con il tuorlo leggermente sbattuto andate a spennellare la sfoglia in modo da regalargli in fase di cottura una doratura perfetta.

 

Abbassate la temperatura del forno a 200° e mettete le terrine nel ripiano centrale, cuocete per circa 20 minuti o comunque fino a doratura della sfoglia.

 

Servite ben calda accompagnata da una birra a doppio malto, se è Guinness meglio ancora. 




 

50657

Mexican Meatloaf

Mexican Meatloaf

Il polpettone messicano

Ispirato dalla trasmissione “Messico in cucina” in onda su Fine Living, ho voluto provare la ricetta del polpettone di carne alla messicana della Chef Marcela Valladolid. Io amante delle spezie e dei gusti piccanti, non ho saputo esimermi dal fascino di questa saporita ricetta etnica. La cucina messicana è una delle più apprezzate al mondo proprio per i suoi gusti forti ma fate attenzione a non esagerare, altrimenti si rischia di rovinare il piatto. Vediamo passo dopo passo come realizzare il tutto…

Ingredienti per 6/8 persone:

  • una cipolla
  • una carota
  • un sedano
  • due spicchi d’aglio
  • 600 gr di carne bovina macinata
  • 400 gr di salsiccia (privata della sua budella)
  • 2 friggitelli (peperoncini verdi dolci)
  • 2 uova
  • 1/2 cucchiaino di peperoncino in polvere
  • 1/2 cucchiaino di pepe nero
  • 1/2 cucchiaino di cumino
  • un cucchiaino di sale
  • pan grattato (mezza tazza)
  • olio evo q.b.

Per la salsa:

  • 2 pomodori media grandezza
  • 1/2 cipolla bianca
  • 2 peperoncini freschi privati dei semi
  • un cucchiaino di concentrato di pomodoro
  • un cucchiaio di senape

In una padella aggiungere l’olio e scaldare a fuoco medio. Aggiungere dopo aver tagliato finemente la cipolla, la carota, il sedano e l’aglio. Cuocere, mescolando spesso fino a quando le verdure non sono morbide (circa 8 minuti). Mettere da parte a freddare.

Sminuzzare i friggitelli e metterli in una terrina assieme alla carne e alla salsiccia, aggiungere le spezie e le verdure precedentemente messe da parte, amalgamare con le mani e aggiungere le due uova ed il pan grattato e proseguire a lavorare con le mani ad ottenere un composto omogeneo

April 2012 103

A questo punto, mettete il polpettone in una formina da plumcake, precedentemente unto con un filo d’olio e cuocete in forno pre riscaldato per 45 minuti a 180/200 gradi.

images

Nel frattempo prepariamo la salsina, in una padella mettiamo un filo d’olio con la cipolla e l’aglio ad imbiondire, poi aggiungiamo i pomodori, i peperoncini (privati dei semi), e il cucchiaio di concentrato di pomodoro, facciamo stufare per qualche minuto finchè non si siano ammorbiditi. Poi passate il tutto con un minipimer e rimettete in padella con un cucchiaio di senape e lasciate cuocere fino a raggiungere una salsa addensata.

IMG_4408-0

Soufflé ai Formaggi

Soufflè ai Formaggi

Il soufflé è uno dei piatti che ho scoperto da poco, in realtà
ne sono sempre stato terrorizzato, perchè in tutte le trasmissioni di cucina che ho visto, ne parlano come se fosse una cosa complicata e che non sempre
riesce di realizzarla.
Io in realtà l’ho fatto più volte e mi è sempre venuto, devo ammettere che però mi sono sempre aiutato con il mio robot da cucina, ma vediamo se riusciamo a farlo anche senza un aiuto meccanico.


Ingredienti per 4 soufflé:

  • 150 gr di Asiago Stagionato
  • 30 gr di parmigiano
  • 400 gr di latte
  • 100 gr di farina 00
  • 80 gr di burro
  • 3 uova intere grandi
  • 1 tuorlo
  • noce moscata
  • sale
  • pepe
  • pan grattato

Primo passo, tritate l’Asiago ed il parmigiano e mettetelo da parte.
In un pentolino scaldate il latte, la farina ed il burro, aggiustandolo con un pizzico di sale per cinque/sei minuti.
Aggiungete i formaggi che avevate messo da parte, mescolate a fuoco basso per un minuto e poi lasciate freddare.

Accendete il forno in modalità ventilata a 200 gradi, è importante avere il forno molto caldo al momento dell’infornare le terrine e vaporizzate dell’acqua in modo da rendere vaporoso il forno e far crescere il soufflé.
Per far questo,mettete un dito d’acqua sulla leccarda del forno.

Aggiungi le uova una alla volta, lavorando il composto energicamente con un cucchiaio alternando movimenti orari ad antiorari, tenete per ultimo il tuorlo
cercando di aumentare la velocità di mescolamento.
Aggiustate con una spolverata di noce moscata ed una di pepe nero.

A questo punto prendete delle terrine in terracotta, e ungetele con olio ed una spolverata di pan grattato, riempite le terrine non proprio fino all’orlo
ed infornate per i primi venti minuti a 180 gradi ed i successivi 20 minuti
a 200 gradi.

Il soufflé va servito subito ben caldo altrimenti c’è il rischio che si afflosci.

Consigli:

Potete usare i formaggi che volete in alternativa a quelli che ho usato io,
ed anzi potete farne anche una stuzzicante versione con gorgonzola e pere williams.

IMG_4408

IMG_4335-0

Pollo alla Marocchina

Pollo alla Marocchina

La cucina marocchina è ricca di sapori,le invasioni susseguitesi in Marocco lungo il corso dei secoli,hanno fatto sì che si creassero diverse tradizioni culinarie con una gran quantità di ingredienti differenti combinati fra di loro. Il Pollo alla marocchina con l’utilizzo di sapori forti come quello della Harissa e il ripieno di limone e olive ne è la prova.

Ingredienti:

  • 2 petti di pollo interi
  • 2 scorze di limone grattate finemente
  • 60 gr di olive verde
  • 50 gr di pinoli
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaino di Harissa *(in fondo all’articolo spiego di cosa si tratta)
  • 3 rametti di prezzemolo
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 2 cucchiaini di cumino
  • 2 cucchiaini di coriandolo

In primis prepariamo il ripieno, e facciamolo grattando due scorze di limone
usando una grattugia fine, poi sminuzziamo le olive verdi, il prezzemolo, l’aglio schiacciato,
aggiungiamo un cucchiaino di Harissa e i pinoli, mischiamo il tutto e mettiamo da parte.

Poi prepariamo l’unguento con il quale ungeremo i nostri petti di pollo,
in una ciotolina uniamo il coriandolo ed il cumino entrambi sminuzzati e
mischiati ai tre cucchiai di olio evo.

Tagliamo i petti pollo a libro, in modo da poterli farcire per bene,
una volta riempiti i nostri petti chiudiamoli (io li ho lasciati a libro senza chiusura con stuzzicadenti, ma se preferite posizionate due stuzzicadenti per chiedere) e adagiamoli su di una pirofila
da forno, ungiamoli con il composto realizzato in precedenza, e se sarà avanzata della farcitura adagiatela sul petto di pollo, in fase di cottura
si caramellerà creando una saporita crosticina.

Infornate in forno pre-riscaldato a 180° per un’oretta circa, se la carne risulterà leggermente caramellata e completamente bianca, sarà cotto alla
perfezione e pronto per essere servito.

Consigli:

Io lo servo con un contorno di verdure stufate ( 1 peperone, 1 zucchina, 1 cipolla e due patate medie) e la pita araba come pane.

Harissa: è una salsa tipica del Nordafrica a base di peperoncino rosso fresco e aglio alla quale si aggiunge l’olio d’oliva. Ha la consistenza di una pasta, simile al concentrato di pomodoro. Io l’ho trovata alla Coop ma se non la trovate potete farla direttamente voi.

IMG_4335

IMG_4304

Filetto di Manzo in salsa Britannia

Filetto di Manzo in salsa Britannia

Questa è una delle ricette preferite di mio cugino. Si tratta di una rivisitazione
del classico filetto al pepe verde, come la ricetta originale,
è semplicissima e di grande effetto. Fondamentalmente cambia solo qualche
ingrediente, sostituito da prodotti un po’ più “british” di
quelli soliti, essendo anche lui un amante del mondo anglosassone.

INGREDIENTI per 2 persone:

  • 2 filetti di manzo da 200 gr l’uno
  • 3 cucchiai di panna da cucina
  • 1e1/2 cucchiaio di brown sauce ( quella della HP per intenderci)
  • 1 cucchiaio circa di pepe in grani (non macinato)
  • 1 noce di burro
  • Scotch whisky, possibilmente single malt (ma va bene anche un banale Jonnhy
    Walker)
  • Sale

Fate sciogliere una noce di burro in una padella
antiaderente, aggiungete i filetti e fateli cuocere leggermente da
entrambi i lati, poi dipenderà da i vostri gusti,se la preferite al sangue piuttosto che ben cotta.

Una volta che saranno ben dorati, tirateli via e
conservateli al caldo.Nella padella, a fuoco lento, versate ora, la panna, la
brown sauce, il pepe e un pizzico di sale.

Amalgamate bene il tutto,allungandolo con un po’ di Scotch alla volta (non esagerate), alzate la fiamma per far sfumare l’alcool e continuate fino a che non otterrete una salsina uniforme e rappresa.

Ponete i filetti a finire di cuocere
dentro la salsina, avendo cura di rivoltarli almeno un paio di
volte.

Servite i filetti, non dimenticandovi di cospargerli di salsa…
farete un figurone!!…e non dimenticate una bella birra doppio malto per accompagnamento!!!

IMG_4304-0